Area riservata

170315_Slider_GR_contra_int.jpg

La cute e i capelli grassi, l’acne o l’irsutismo (presenza abnorme di peli in sedi dove sono normalmente assenti nelle donne: labbro superiore, mento, addome, schiena, areola del capezzolo, petto, regione sovrapubica) sono fenomeni che possono comparire in età fertile per un eccesso di androgeni, gli ormoni maschili. Gli androgeni sono una componente indispensabile della fisiologia femminile. Questi ormoni costituiscono infatti i precursori degli estrogeni e partecipano direttamente a determinare i caratteri sessuali secondari e il comportamento sessuale della donna. Un eccesso di questi ormoni, o comunque della loro azione biologica, cioè uno stato di iperandrogenismo, può tuttavia avere conseguenze negative che vanno oltre gli aspetti estetici e si ripercuotono sulla vita sociale e relazionale, mentre nei casi più gravi, sottesi da anomalie del profilo endocrino e metabolico, si possono avere conseguenze sul rischio cardiovascolare e metabolico. Le manifestazioni più comuni dell’iperandrogenismo possono essere lievi, come cute e capelli grassi, o configurarsi come quadri clinici definiti di acne e irsutismo. In presenza di segni di iperandrogenismo è bene consultare uno specialista, che provvederà a prescrivere indagini appropriate per un corretto inquadramento diagnostico (ad esempio per escludere o meno la presenza di un ovaio policistico). La maggior parte delle donne non presenta anomalie biochimiche e può risolvere questo problema con l’assunzione di un contraccettivo con caratteristiche antiandrogeniche.

itismychoice.it

VivoLeggera

Le nostre indagini